23 AGOSTO ore 21.30

Cinema Italia di Sarzana – Piazza Niccolò V

LA MONTAGNA VA IN CITTA’

QUARTETTO D’ARCHI MASCETTI

Gabriele Bellu e Pier Paolo Riccomini, violini

Giuseppe Ambrosini, viola Cristiano Sacchi, violoncello

MUSICA PER LE APUANE

Proiezioni dei cortometraggi di Alberto Grossi, Socio CAI MASSA e Ambientalista dell’Anno Premio Luisa Minazzi 2015

INGRESSO LIBERO

Il 23 agosto, al Cinema Italia di Sarzana, il Quartetto d’Archi Mascetti farà un percorso storico tra le più celebri colonne sonore del grande schermo. Formato dalle prime parti di importanti orchestre italiane, si riunisce intorno alla passione per la musica da camera ma anche della goliardia dello stare insieme, come nel film Amici Miei, a cui si ispira il nome del gruppo. Il cammino tra le immagini e i suoni sarà guidato da Gabriele Bellu, primo violino, che racconterà cosa c’è dietro alle composizioni create per le pellicole, da Hollywood a Cinecittà.

Saranno trasmessi durante la serata, alla presenza dell’autore, i brevi cortometraggi di Alberto Grossi, videomaker socio CAI Massa e Ambientalista, premiato al Trento Film Festival per il suo AUT – OUT. L’evento s’inserisce nel cartellone del Cinema Italia, luogo di grande sensibilità verso i lavori d’Essay e le perle rare, come il film La Pelle dell’Orso, e molti altri lavori cinematografici.

La serata è dedicata a tutti coloro che amano la Musica e che troveranno nei suoni e nelle immagini le suggestioni adatte per imparare ad amare anche la Montagna, i suoi luoghi, gli spazi grandi e i piccoli abitanti, la flora e la fauna, le contraddizioni e le bellezze che convivono in Apuane.

L’impegno e la diffusione della consapevolezza dell’Ambiente, attraverso giornate di approfondimento, sono da sempre una delle principali finalità del CAI Club Alpino Italiano. Eventi come LA MONTAGNA VA IN CITTA’, l’incontro di Artisti e le diverse metodologie di divulgazione di un messaggio importante, come la tutela dell’ambiente montano, sono la mission dell’organizzazione di Musica sulle Apuane dal 2013.

L’evento è realizzato con il sostegno di Alpstation Sarzana. Si ringrazia il Cinema Italia di Sarzana per l’ospitalità.

ALBERTO GROSSI è uno scrittore documentarista di pregio, con un vasto repertorio di video culturali, e grande appassionato delle Alpi Apuane tanto da impegnare molto del suo tempo libero per salvarle dalla distruzione causata  dalla lavorazione delle cave di marmo e dall’asportazione degli inerti.

E’ stato candidato, e poi è risultato vincitore, al premio nazionale  “Ambientalista dell’anno” dalla sezione CAI Alberto Grossidi Casale Monferrato che  lo  ha preso in considerazione come testimonial per le Alpi Apuane grazie proprio ai  suoi filmati “Cosa c’è sotto le nuvole” e “Aut out”,  ha accettato di partecipare al premio “Luisa Minazzi” perché, come dice lui “chi vince non intasca nulla, e chi partecipa lo fa solo per il valore dell’impegno civile senza alcun interesse economico”.

Ha scritto vari libri  tra cui “Forno 13 giugno 1944” dove ricostruisce l’eccidio da parte dei nazisti  avvenuto nell’omonimo paese apuano. Già vincitore del Premio città di Imola per il filmato “Cosa c’è sotto le nuvole”, ha ottenuto una menzione speciale nel Premio Lessinia  ed il primo premio nel concorso nazionale “Un ciak per l’ambiente” organizzato dalla Federazione nazionale dei cineclub per conto dell’ARPA Lombardia.

Cosa c’è sotto le nuvole – Alberto Grossi https://www.youtube.com/watch?v=a_-hXKWmNuk

GABRIELE BELLU, violino primo. Dopo gli studi musicali al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze si perfeziona seguendo corsi in tutta Europa in violino e musica da camera con insegnanti quali Franco Rossi, Salvatore Accardo, Ivry Gytlis, Norbert Brainin. Ha fatto parte dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino dal 1990 al 2007 dopo aver vinto regolare concorso internazionale. Nello stesso anno fonda il Quartetto Elisa con il quale vince numerosi concorsi nazionali ed internazionali suonando nelle più prestigiose sale del mondo avvalendosi della collaborazione di musicisti di fama internazionale quali Bruno Canino, Sir James Galloway. Molto attiva la collaborazione come spalla dei primi violini con numerose orchestre italiane quali la Fenice di Venezia l’orchestra del Carlo Felice di Genova l’orchestra del Teatro lirico di Cagliari la Filarmonia Veneta l’orchestra Bruno Maderna, L’Internazionale d’Italia, l’orchestra Città Lirica, i Virtuosi Italiani, I Filarmonici di Verona, Milano Classica ed altre compagini italiane ed estere. Numerose le tournée con Il Maggio Musicale Fiorentino e con la Filarmonica della Scala sempre con direttori di fama e prestigio internazionale quali Riccardo Muti, Zubin Mehta, Lorin Mazel Claudio Abbado. Negli ultimi anni suona con Giovanni Sollima nel suo gruppo. Numerose le incisioni sempre recensite in modo lusinghiero. Negli ultimi anni si cimenta sempre più spesso in esecuzioni filologiche su strumenti originali. Insegna violino presso Il conservatorio A. Buzzolla di Adria.

Suona un violino Matteo Goffriller costruito a Venezia alla fine del XVII secolo

PIER PAOLO RICCOMINI, violino secondo. Consegue il diploma di violino sotto la guida del M°Alberto Bologni, presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L.Boccherini” di Lucca. Ha frequentato il corso di perfezionamento del M° Felice Cusano presso la Scuola di Musica di Fiesole negli anni 2008 – 2011. Collabora stabilmente con numerose realtà dal 2004: “Opera Festival” di Firenze, “Orchestra del Festival Pucciniano” (in qualità di concertino dei primi violini dal 2010), orchestra “J.Futura” di Trento, ”Orchestra Archè”, “Camerata Strumentale Città di Prato”, “Orchestra Promusica” di Pistoia e “Orchestra Bruno Maderna” di Forlì. Nel Luglio 2008 ha suonato come solista presso le manifestazioni musicali estive di villa Marigola a Lerici nella sinfonia concertante di J. Haydn per violino, violoncello, oboe e fagotto. Ha suonato nell’orchestra dell’Accademia dell’Orchestra Mozart a Bologna, in stage e produzioni sotto la guida di musicisti come Jacques Zoon, Giuliano Carmignola ed Enrico Bronzi ed al festival musicale di Portogruaro 2009 con solisti quali: Gabriele Cassone, Fabien Thouand e Alessandro Carbonaremascetti sepia

GIUSEPPE AMBROSINI, viola. Diplomato brillantemente in violino e viola ha vinto le audizioni per prima viola di Pomeriggi Musicali di Milano e Teatro Regio di Torino. Dal ’96, dopo aver vinto regolare concorso, occupa il ruolo di prima viola presso il Teatro Carlo Felice di Genova.

Ha ricoperto e ricopre lo stesso ruolo presso l’Orchestra Rai di Milano, l’orchestra del Teatro San Carlo di Napoli e svariate orchestre da camera in città quali Torino, Milano, Mantova, Brescia.

Svolge un’intensa attività in formazione cameristica con gruppi quali l’Echo ensemble, Quintetto Stradivari,  European Piano Quartet, Solisti di Milano, Solisti della Rtsi di Lugano

CRISTIANO SACCHI, violoncello. Si è diplomato in violoncello nel 1995 presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano nella classe del M° M. Bernardin. Si è poi perfezionato con Maestri quali Scano, Claret, Dindo, Filippini, Bronzi, Clerici, all’interno delle accademie “L.Rolla” di Pavia, “W. Stauffer” di Cremona, nell’istituto “Il Cinghio” di Parma, nella scuola di musica di Fiesole e nella “Escola de Musica de Barcelona”(E). Ha partecipato come membro effettivo ai corsi di formazione dell’”Accademia della Filarmonica della Scala”, dell’”Accademia di S.Cecilia”, del corso “AFOS” della “Fondazione A. Toscanini”, ed è risultato vincitore delle audizioni per l’”OGI” e per l’orchestra giovanile “L. Cherubini”. Dal 2002, anno di fondazione dell’Orchestra Symphonica Toscanini, ha partecipato come membro effettivo a tutta l’attività dell’orchestra, effettuando tournée in tutto il mondo sotto la guida del direttore principale M°Lorin Maazel e di altri illustri direttori. Ha collaborato e collabora inoltre con l’Orchestra e la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, il Maggio Musicale Fiorentino di Firenze, l’Orchestra Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra del Teatro C. Felice di Genova, e molte altre. Svolge un’intensa attività cameristica, che spazia dal duo all’ottetto. Ricopre il ruolo di primo violoncello della “Camerata Strumentale Città di Prato” ed è docente di violoncello presso il Liceo Musicale Forteguerri di Pistoia

La serata è realizzata con il sostegno di 

ALPSTATION SARZANA