La quinta edizione di Musica sulle Apuane si esprime attraverso il mondo dei suoni, accogliendo da quest’anno anche le arti che per loro natura sono in grado di offrire una narratività più oggettiva.

Il linguaggio teatrale e la letteratura legata alla montagna rappresentano l’occasione per una differente rappresentazione della realtà. Ciò che ci auguriamo è raggiungere il pubblico eterogeneo, che fino ad oggi ci ha seguiti, con proposte che da sempre coinvolgono artisti di altissimo livello, in una ricerca costante di rinnovamento.

Artisti e ascoltatori sono uniti in un solo cammino, percorrendo sentieri d’arte e natura che sono la reale fotografia del paesaggio. La scelta di luoghi non convenzionali include anche quelli da recuperare, come una cava sfruttata e dimenticata, alla quale restituire nuova vita. Inoltre Musica sulle Apuane da sempre sostiene percorsi di libertà legati alla memoria storica sulla Linea Gotica e progetti di reinserimento sociale attraverso la Montagnaterapia.

Nella convinzione che la musica sia l’espressione più profonda dello sviluppo umano auspichiamo che, all’interno della cornice del nostro festival, essa possa conferire profondità e prospettiva alle intuizioni e sensazioni di tutti noi.

Gioia Giusti, direttore artistico

Scarica qui il Pieghevole_MsA_online

Grafica di Marco Mirko Nani

Design e illustrazione di Marco Mirko Nani

marcomirkonani.com